sabato 5 aprile 2008

Portishead, dopo 10 anni, LIVE in Milan.

Qualche mese fa, non ricordo quando precisamente... ma si, mi pare fine gennaio, Marco mi ha avvisato (è nota la mia passione per i Portishead!) che ci sarebbe stato il ritorno, quello che tanto attendevo e che mai avrei perso.
Dunque, un nuovo CD, Third (proprio il terzo, già) e poi un LIVE, o meglio 2, a Milano e Firenze.
Vai Marco, acquista!
Mentre sono sul treno per Milano (da Bergamo, ma quella è un'altra storia...) leggo l'articolo sul concerto SOLD OUT, su Repubblica e comincio ad emozionarmi sul serio.
Io sfodero sempre una venetta emozionale ai concerti, legando ad ogni canzone un momento, una persona, qualche bella sensazione che riaffiora... insomma.
Arriviamo nei pressi dell'Alcatraz e comincio ad essere proprio... beh, ci sono!
Tecniche di sopravvivenza:
NIENTE ACQUA PRIMA DEL CONCERTO, A COSTO DI MORIRE DI SETE. PERCHE'?????????????????
Beh, adesso lo sanno anche le amiche di Marco: evitare corse inutili al bagno o la sofferenza durante il concerto!
GIA'
Dunque un boccone e subito in fila...
DENTRO
Tutta la combriccola compra la maglietta mitica con la P... SI SI SI, la volevo proprio!
e poi, ci mettiamo in posizione, io sfoderò macchina fotografica e mi dico: MANNAGGIA, che non ho la bottiglia d'acqua vuota per chiuderla e metterla gonfia sotto i miei talloni e ottenere così una visuale da 1 metro e 75 circa.
FINE gruppo spalla.
Applausi. Silenzio. Entrano. Sono le 9.25 circa.
Beth Gibbons si avvicina ala microfono e cominciano subito e non si fermano fino alle 23.30.
(questa però l'ha suggerita Marco)
Strepitoso. Eccezionale. Emozionante. Per me.
Ho fatto molte foto, filmetti e ho cantato a squarciagola come un'adolescente.
Mi sono abbandonata alla perfezione dell'esecuzione, alla voglia di esibirsi, finalmente, dopo 10 anni, di questi ragazzotti di Bristol.
Non sono stati mica calorosi, per carità, ma chissene, diceva qualcuno, no?
Si, in effetti, nemmeno un "grazie" sussurrato, ma nemmeno THANKS, però ribadisco che il cocnerto è stato talmente bello che non è importante che loro non abbiano interagito molto con noi: è timida!
:)
Giuro che non dimenticherò mai gli attimi in cui ho riconosciuto le note di Glory Box, Roads, Wandering star, insomma, forse se dovessi scegliere il CD da portare su un'isola deserta, questo CD sarebbe DUMMY!
Vabbè, ma che violenza, adesso, con gli mp3, posso farmi una complilation e ci metto pure THIRD!!!
Una delle cose che ho amato/apprezzato di più: e luci e i filmati per accompagnarli... il blu/viola dietro a lei e il bn dei filmati dietro la band... contrasti a go go.
EWWIWA!
Devo riascoltare i filmati per capire se si sente più Roberta o Beth... ops.
Uff, volevo essere seria e invece mi sono lasciata prendere dall'emozione.
Comunque, ragazzi, per tutti voi che avete scioccamente rinunciato a questo evento (in particolare, mi rivolgo a Ferdy e Gio), sappiate chevi ho pensato moltissimo e i filmini sono per voi.... per farvi rosicare giusto un pochino.
Comunque, mi scuso, invece con Francesco per aver scritto questo testo con questo tono, ma davvero, per me è difficile esprimere/rendere l'emozione provata durante i pezzi su citati.
Sono scioccata. Lo sono ancora.
Ci penserò.
Se scrivo una cosa più seria, da professionista, la mando solo a TE!
:)

notte a tutti... uffa, l'una pure stasera!
ciauuuuuuuuuuuuu,
Robiciattola

PS: ah e grazie a tutti quelli che mi hanno fatto complimenti per le foto!

8 commenti:

Zololkis ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Fenrisar ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

Belle le foto!Soprattuto l'ombra su sfondo blu! Fatte con la macchina nuova?
Io i Portishead sapevo appena che esistessero (scusa la blasfemia!)...ma col tuo entusiasmo mi hai fatto venire voglia di ascoltarmi qualcosa...e così è partito Emule :) Aspetto che arrivino e poi t dico l'effetto che fa...

L'omino dietro di te è piuttosto inquietante.... :)

Marco

Francesco ha detto...

Va bene, va bene anche così... confesso che avrei voluto scrivere anch'io qualcosa, ma rischiavo solo di parlare delle mie emozioni e mettermi in mostra non mi piace.
Concerto forse "freddo" dal punto di vista del dialogo col pubblico, caldissimo musicalmente parlando.
:-)

Robiciattola ha detto...

si, è vero, l'ho detto e ripetuto tutto il tempo: sti inglesi!!
tuttavia bello bello bello e la voce di lei è così intensa, rotta, in alcuni momenti, trasmette tantissimo anche senza il dialogo con noi, anche se preferisco quelli che interagiscono un po'! comunque a un certo punto è scesa... certo, io non avevo la fortuna di stare seduta in prima fila, ma...
r

Robiciattola ha detto...

@ Marco: allora, che effetto ti fa? Roads, per esempio?

simo ha detto...

i portishead non li ho mai visti dal vivo. ho visto tanti concerti ma questi mi mancano proprio. Mi devo rifare. Spero prima o poi vengano anche a Roma. Non posso sempre andare in giro per il mondo alla ricerca di concerti :-)))

carino il post...brava.
baci
simo

Robiciattola ha detto...

Ciao Simo,
sicuramente verrano a Roma, in futuro, e io ci sarò ancoraaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...