lunedì 20 ottobre 2008

La più bella canzone italiana d'amore?

La Cura di Franco Battiato
tratta da L'Imboscata - 1996

Ti proteggerò dalle paure delle ipocondrie,
dai turbamenti che da oggi incontrerai per la tua via.
Dalle ingiustizie e dagli inganni del tuo tempo,
dai fallimenti che per tua natura normalmente attirerai.
Ti solleverò dai dolori e dai tuoi sbalzi d'umore,
dalle ossessioni delle tue manie.
Supererò le correnti gravitazionali,
lo spazio e la luceper non farti invecchiare.
E guarirai da tutte le malattie,
perché sei un essere speciale,
ed io, avrò cura di te.
Vagavo per i campi del Tennessee
(come vi ero arrivato, chissà).
Non hai fiori bianchi per me?
Più veloci di aquile i miei sogniattraversano il mare.
Ti porterò soprattutto il silenzio e la pazienza.
Percorreremo assieme le vie che portano all'essenza.
I profumi d'amore inebrieranno i nostri corpi,
la bonaccia d'agosto non calmerà i nostri sensi.
Tesserò i tuoi capelli come trame di un canto.
Conosco le leggi del mondo, e te ne farò dono.
Supererò le correnti gravitazionali,
lo spazio e la luce per non farti invecchiare.
Ti salverò da ogni malinconia,
perché sei un essere speciale ed io avrò cura di te...
io sì, che avrò cura di te.

13 commenti:

barbaraT ha detto...

ciao roby!
appena ho letto la tua email mi sono precipitata per scrivere il mio comment sulla mia canzone d'amore italiana preferita che e`....
la cura di franco battiato! ma come non si fa ad amare questa canzone, le parole piu` belle che io abbia mai sentito pronunciare ad uomo... (ma anche il quasi-marito non se la cava niente male quando vuole)
allora, visto che su questo siamo daccordo, mi rifaccio con la mia canzone d'amore straniera preferita che e` "she" di charles aznavour, in seguito rifatta da elvis costello (ma l'originale e` molto meglio secondo me...)
baci!
barbaraT

barbaraT ha detto...

ecco l'ho trovata..

She may be the face I can't forget,
A trace of pleasure or regret,
May be my treasure or
The price I have to pay.

She may be the song that summer sings,
May be the chill that autumn brings,
May be a hundred different things
Within the measure of a day.

She may be the beauty or the beast,
May be the famine or the feast,
May turn each day into a
Heaven or a hell.

She may be the mirror of my dream,
A smile reflected in a stream,
She may not be what she may seem
Inside her shell.

She who always seems so happy in a crowd,
Whose eyes can be so private and so proud,
No one's allowed to see them
When they cry.

She may be the love that cannot hope to last,
May come to me from shadows of the past,
That I remember till the day I die.

She may be the reason I survive,
The why and wherefore I'm alive,
The one I'll care for through the
Rough and rainy years.

Me, I'll take her laughter and her tears
And make them all my souvenirs
For where she goes I've got to be.
The meaning of my life is she, she, she--.

Robiciattola ha detto...

ah si si, ho presente!
com'è facile però scrivere canzoni d'amore, vero?

come al cinema!
fare film sdolcinati o che fanno piangere calde lacrime è facilissimo.
far ridere davvero, è sempre più complicato!

r

Eleana ha detto...

Mah, ragazze, la Cura è bella ma è anche una scelta scontata volendo... Si sa che si pensa a questa canzone quando si parla di canzoni d'amore italiane, io nella top10 inserirei... perché no "Magari" di Renato Zero:

"Magari toccasse a me
prendermi cura dei giorni tuoi
svegliarti con un caffè
e dirti che non invecchi mai...

Sciogliere i nodi dentro di te
le più ostinate malinconie.. magari

Magari toccasse a me
ho esperienze e capacità
trasformista per vocazione
per non morire, che non si fa...
Puoi fidarti a lasciarmi il cuore
nessun dolore lo sfiorirà.. magari!

Magari toccasse a me
Un po' di quella felicità... magari
Saprò aspettare te
domani, e poi domani, e poi... domani

Io come un ombra ti seguirò
la tenerezza ed il talento mio
Non ti deluderò
la giusta distanza io
Sarò come tu mi vuoi
ho un certo mestiere anch'io.. mi provi... mi provi
Idraulico cameriere
all'occorrenza mi do da fare
Non mi spaventa niente
tranne competere con l'amore
ma questa volta dovrò riuscirci
guardati in faccia senza arrossire... magari...

Se tu mi conoscessi
certo che non mi negheresti.. due ali
Che ho un gran disordine nella mente
e solo tu mi potrai guarire... rimani
Io sono pronto a fermarmi qui
il cielo vuole così
Prendimi al volo e poi
non farmi cadere più da questa altezza sai
non ci si salva mai... mi ami? Magari... Mi ami!? Magari..."

Muchos besos.

thelonious ha detto...

ok.. mi confesso qui pubblicamente:
per me la più bella canzone italiana (d'amore e non) resta sempre "Il cielo in una stanza"

(niente da dire su "La cura" eh...)

Anonimo ha detto...

"proprio tu" (nada), "un uomo" (finardi), "piattaforma" (eelst)

Robiciattola ha detto...

@ thelonious
che romantico! te l'appoggio.

@ anonimo
ma io ne ho eletta una.
take care!

@ Ele
su Zero mi spiace, ma proprio non posso convenirne. lo conosco niente e non mi piace, perciò mi spiace.

r

Tiziana ha detto...

la prima ispirazione su canzoni italiane d'amore: "una giornata senza senza pretese" di Capossela. se poi mi fermo a pensarci su e ad allargare gli orizzonti, ecco la mia seconda ispirazione: haja o que houver, dei madredeus.

illustro testo:

Sotto un cielo di nebbia
che cielo non e'
e' un altro giorno insicuro
che io passo con te
E ci troviamo qua
tra lampioni e vetrine
tra pezzi di scarpe liquori e cucine

E' stato forse per noia
o per mancanza di vino
siamo usciti di casa
e andati incontro al destino
destino normale
fatto di punch e giornale
di risate spremute
e di parole taciute

E' una giornata
senza pretese
e non ci succede
una volta al mese
Stiamo qua
abbracciati
ad aspettare la sera
e se mi guardi
io non ti vedo
ma mi ricordo
del nostro amore
stiamo qua
messi qua
ad aspettare la sera

E i miei occhi
coi tuoi
vanno incontro alla strada
sui motori e le luci
brilla altera la luna
e non parliamo di niente
in questa scura pianura
L'auto va dolcemente
dentro la notte piu' scura

E' una giornata
senza pretese
e non ci succede
una volta al mese
Stiamo qua
abbracciati
ad aspettare la sera
e se mi guardi
io non ti vedo
ma mi ricordo
del nostro amore
stiamo qua
messi qua
ad aspettare la sera...


Haja o que houver
eu estou aqui
Haja o que houver
espero por ti
Volta no vento
Ó meu amor
volta depressa
por favor
Há quanto tempo
já esqueci
Porque fiquei
Longe de ti
Cada momento
é pior
Volta no vento
por favor
Eu sei, eu sei I
Quem és para mim
Haja o que houver
espero por ti

Robiciattola ha detto...

ehi Tizi, speravo mettessi la traduzione di Haja o que houver!
Mi ricorda il primo concerto dei Madredeus che abbiamo visto insieme nella cavea!

Per quanto riguarda Vinicio, ora posso dirlo:
quella era la mia canzone segreta! di vecchi ricordi e storie, ma Vinny è proprio un poeta romagnolo!

r

Anonimo ha detto...

Se ti tagliassero a pezzetti
il vento li raccoglierebbe
il regno dei ragni cucirebbe la pelle
e la luna tesserebbe i capelli e il viso
e il polline di Dio
di Dio il sorriso.

Ti ho trovata lungo il fiume
che suonavi una foglia di fiore
che cantavi parole leggere, parole d'amore
ho assaggiato le tue labbra di miele rosso rosso
ti ho detto dammi quello che vuoi, io quel che posso.

Rosa gialla rosa di rame
mai ballato così a lungo
lungo il filo della notte sulle pietre del giorno
io suonatore di chitarra io suonatore di mandolino
alla fine siamo caduti sopra il fieno.

Persa per molto persa per poco
presa sul serio presa per gioco
non c'è stato molto da dire o da pensare
la fortuna sorrideva come uno stagno a primavera
spettinata da tutti i venti della sera.

(...)

Robiciattola ha detto...

Ecco De Andrè.
Riflettevo sull'importanza della sua presenza, seppur virtuale, in questa discussione!

Amore che vieni, amore che vai.
o La canzone dell'amore perduto.
(saranno banali, ma sempiternae!!!)

E invece
Se ti tagliassero a pezzetti.

R

Anonimo ha detto...

Questo piccolo grande amore di Baglioni, forse lontana dai gusti espressi fino ad ora in questo sondaggio

m

Anonimo ha detto...

La Cura sarà pure scontata ma ha dei versi ed una musica bellissima!!!

ma

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...