mercoledì 21 maggio 2008

Il mio personale Cannes 2008

Prendo il trenino questa mattina e metto in moto il mio IPOD... mi lascio cullare dalle note sublimi di Nude dei Radiohead, fino all'arrivo in ufficio e poi becco alla radio, nientepopodimenoche: Sunday Bloody Sunday.

Che mattinata inziata bene. Meno male, la musica accorre sempre a consolarmi, nei giorni un po'... così!!!

Detto ciò, questo post è il mio personalissimo omaggio agli uomini di cui vedete la foto sopra!
In ordine, in alto a destra, Roberto Saviano (autore di Gomorra), Paolo Sorrentino (regista de Il Divo, in concorso a Cannes), Matteo Garrone (regista di Gomorra, in concorso a Cannes), Toni Servillo (protagonista di entrambi i film sopra citati).
La verità è che sto con le dita incrociatissime...
Sabato prossimo, per me, sarà come i mondiali, per gli appassionati di calcio!!
Se vincesse Garrone per la regia di Gomorra e Servillo per Il Divo, sarebbe PERFETTO!!!
Inoltre, aggiungo, quale occasione migliore per noi, se non questa edizione di Cannes in cui Sean Penn, americano socialmente impegnatissimo, presiede la Giuria??? Ci porterà poi fortuna Castellitto anche lui tra i giurati?
Se perdessimo così, sarebbe assurdo, senza senso, assolutamente!!!
E' un'occasione imperdibile per dimostrare che il cinema italiano è vivo e lotta insieme a noi e noi con loro... dopo tutte le volte in cui si denuncia un problema di idee, di sceneggiature, di soldi, di finanziamenti, etc... voglio vincere!).
Voglio vincere con uno dei due registi che amo di più in Italia ultimamente, quelli che hanno sempre qualcosa da raccontare, che sanno cos'è il cinema, che fanno un cinema di genere, senza scopiazzare a destra e a manca...
Nessuno come loro, in questi anni è riuscito a coniugare, nel dirigere un film, ogni scena, ogni ripresa, ogni fotogramma alla giusta nota facendo fluire tutto in un modo perfetto, senza sbavatura... non c'è nulla di lasciato al caso. I colori e le fotografie di Sorrentino sono da architetto dell'immagine, sono da video artista attento ad ogni particolare, nel raccontare una storia più che interessante e nuova. La differenza in Garrone, sta nel fatto che i suoi film li trovo poetici... sarà che l'ultimo che ho visto è stato Primo Amore che ho trovato splendido, con due attori superlativi che, troppo spesso, il cinema italiano si dimentica di avere... intendo la Michela Cescon e Vitaliano Trevisan (per quanto, quest'ultimo abbia un accento veneto che, dopo un po' non reggo più!), che è anche co-sceneggiatore, in un lungometraggio che, per quanto mi riguarda li fa incastrare perfettamente!!! E poi c'è la colonna sonora della Banda Osiris che ha vinto l'Orso a Berlino!
Che dire di più? I due giovani registi si scambiano gli attori ed è ora che, dopo le varie partecipazioni ai festival, vinca il cinema vero, estremo, attento, sicuro, bello da vedere e da ascoltare, senza caso... tutto scelto, tutto deciso punto per punto, niente approssimazione.
Io tifo per loro.

Robiciattola

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Hai qualcosa contro l'accento veneto tesoro? :)

Marco D.

emanuela ha detto...

Ciao Robi,
ho scoperto da poco più di una settimana il tuo blog, e mi piace una cifra.
Leggendo il tuo intervento "cannesiano", direi che sono d'accordo con te su molto, in particolare sul film di Garrone "Primo amore". Credo che il forte accento veneto sia stato voluto da Trevisan, bravissimo. Pure la Cescon è da Oscar - altro che Kidman&Co.
Rivalutiamo registi e attori italiani di talento: se li vedi a teatro non sfigurano e non beccano critiche impietose, tipo star hollywoodiane strapagate e sopravvalutate.
Un caro saluto.
Emanuela

Robiciattola ha detto...

@ Marco D.
Ehm... no, niente... E' solo che lui parlava quasi a bocca chiusa!!!

@ Emanuela
Ma grazie!!!
Visti a teatro... un godimento..
a presto!

Roby

Anonimo ha detto...

ciao roby...!
l'acchiappafilm dai trailers deve essere un tributo al cinema..!ho visto l'arte del sogno..!
un abbraccio enorme...!
il gazzosaro calabro..!

gaz ha detto...

Condivido i tuoi apprezzamenti su "questo" cinema italiano, nuovo, poetico, vero.
Mi spiace che il mio dialetto ti sia poco congeniale ma fa parte dei mille suoni diversi della nostra terra...
Un saluto :)

Robiciattola ha detto...

sai, gaz, è un po' una difesa...
in fondo si parla sempre male dei dialetti del sud, perché i più non li capiscono, ma io quando sento parlar veneto, non capisco un tubo!!!
:)

gaz ha detto...

Dai Roby, ma se è semplicissimo ;)
Ciao

Robiciattola ha detto...

beh, certo, per te, lo sarà di sicuro...!
;P

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...