venerdì 13 aprile 2007

300 e... any advice!

Eran 300, eran giovani e forti e sono morti... ma quella era un'altra storia!
(Mi sa che questo numero che ricorre, porta un pò sfortuna)
Il grido "Spartani" tuonava un pò come il richiamo di un certo signore dal balcone di Palazzo Venezia, ma come negarlo?
Giovinotti temprati nello spirito da guerrieri e nel fisico da body builder, ma calma calma, girls, temo che le tartarughe, pettorali & co., fossero ampiamente ritoccati dal dio Computer!

Che dirvi? Il film è avvincente, è coinvolgente (ma i doppiatori dove li hanno scovati???), ma troppo troppo fumettone, anche se condivido la definizione di Lietta Tornabuoni de La Stampa che lo definisce un quadro vivente!
Ma che vi racconto? La storia la conosciamo già, anche se tutto è tratto dalla penna/matita di Frank Miller (quello che ha scritto Sin City, per capirci). Farlo oggi, perchè evidentemente riporta a milioni di anni fa, una dura battaglia che continua ancora oggi, tra noi, ma soprattutto nell'occhio di chi la scrive e di chi la dirige:
Quella tra ellenici, potenti, occidentali, greci, preparati, intelligenti, stratega e con valori solidi, gli Spartani, da una parte e asiatici, arabi, giapponesi tutti, orientali pirsingati e tatuati, impegnati a dar di Kamasutra, mostri, scarti della società (quella spartana e non solo), viziosi, mercenari da battaglia e, quindi, vulnerabili, i Persiani.

Gerard Butler (Leonida) si ritrova nel personaggio, devo dire, visto che in passato ha girato pure Attila e Talos - l'ombra del faraone, quindi gli piace questa filmografia.
La regina Lena Hadley, poche parti di rilievo, ma una bellezza intrigante e, devo dire, all'inizio la frase che mi ha colpito è stata (quando Leonida chiede consenso alla moglie per gettare i messaggeri persiani nella rupe, viene "ammonito" dal persiano che dice: - come, ti fai comandare da una donna? - e lei):
- solo una donna spartano partorisce un uomo spartano vero! -
Eh... la famosa razza Ariana!!!!
Ora dico, a parte queste cosucce note, c'è stato qualcosa che a metà film, si è rotto.
Tutta la serietà, il pathos, tutta l'atmosfera che sale scena dopo scena, negli occhi degli spartani e nella voce perentoria della regina, si rompe quando compare il benedetto Serse di Persia (il nome dell'"attore" è rodrigo Santoro)!!!

Ok. Questa battaglia è rimasta nella storia, nella realtà, perchè 300 uomini sconfissero un pò pò di esercito persiano, finchè poi... (per chi non dovesse averlo studiato, lascio il dubbio!)

Non avendo letto il fumetto, non so se quella del film è una libera interpretazione del regista Zack Snyder o è Frank Miller stesso che ha descritto così il mitico Re Persiano!
Fatto sta che, quando il tizio scende dal suo trono, per conferire con Leonida, colgo un non so che di ridicolo nel personaggio...
Sembrava un travestito, tipo Priscilla la regina del deserto, pieno di pirsing, pelato, con le sopracciglia disegnate e aveva una strana voglia di vedere Leonida inginocchiarsi ai suoi piedi... che poi ti farò sentire una goccia che ti percorrerà la schiena etc...

Io rido.

Oggi, col senno di poi, mi chiedo: - ma sarà che far apparire Serse come un travestito, gli sarà servito per sottolineare e rinforzare virilità e possenza dell'uomo spartano? -
E' chiaramente esagerato!
Fuori luogo.
Di cattivo gusto...
Senza senso, a meno che non si tratti di un manifesto per la razza, che non lo rende più sensato, per carità, ma almeno è una risposta!!!

L'affare dell'inginocchiarsi si ripete più volte.
Inoltre, nella tenda di Serse, c'è un avvinghiarsi tra donne storpie, mostri, Kamasutra, insomma se ci fosse stato Mengele li avrebbe presi tutti per farci i suoi esperimentelli, tanto poi li avrebbe ammazzati!

Vorrei capire (e mi appello a chi l'abbia visto in lingua originale!), in primis, se anche in inglese sussiste il soppio senso.

Non so, devo dire che questa cosa disturba l'atmosfera iniziale del film.
E quindi esco dalla sala un pò delusa.
un pò insoddisfatta!

a presto, vostra Robiciattola

P.S.: sui film da vedere, non vi sto a ricordare quelli che avevo già prescritto (!!! il vecchio messaggio lo potete facilmente ritrovare!), ma vi invito a dare un'occhiata a Nero Bifamiliare che non ho visto, ma mi incuriosisce (commedia noir??!!!??)! su David Mamet!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Andrei poi a vedere il nuovo film di Per Fly (l'Eredità, lo ricordate? sempre nordico...) Gli innocenti.
E Rosso come il cielo, vogliamo andare? Un piccolo film italiano, chissà!
Basta così.
Per tutte le altre info... sono sempre qui, per voi
NON INGINOCCHIATEVI!!!
NEMMENO SE VE LO CHIEDE SERSE DI PERSIA!
:)

1 commento:

Claudia ha detto...

Ciao,

ho visto la versione inglese e confermo tutto quello che hai detto ma il film e' MOLTO fedele al comic da cui e' tratto (vedi http://www.solaceincinema.com/2006/10/04/300-comic-to-screen-comparison/) quindi eravamo noi ad avere false aspettative:-)

Claudia

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...