lunedì 21 febbraio 2011

Guerrilla Gardening e Seed Bomb

La settimana scorsa ho letto questa notizia:
nel mondo ci sono un folto gruppo di guerrilla gardeners che si impegnano a disseminare il verde, inteso come giardini, fiori etc..., laddove non ci fosse, per contrastare, o quantomeno tentare di riequilibrabre lo smog dilagante. Ed è comunque un piacere a vedersi, no?

Certo poi sarebbe anche carino che la gente si accorgesse di questo e non calpestasse il neonato nuovo partecipante alla fotosintesi clorofilliana, ma insomma... questo è un altro discorso.

Bene. La notizia è che adesso è il momento delle seed bomb! Sissì, avete capito bene: proprio bombe, ma non esplodono, no. Solo che si rompono, si spaccano, come devo dirvi... Il loro guscio - a quanto pare d'argilla - si rompe, lasciando sul suolo un po' di terra e semi che germogliano dopo qualche giorno.

Carino, no?
Sembra proprio un po' faccia la rima con mettete i fiori nei cannoni.

Ci sono già i distributori di questi piccoli ritrovati dell'ecologia. A Cagliari, per esempio:
http://marraiafura.com/combatti-il-degrado-urbano-e-fai-fiorire-la-citta-arriva-in-italia-il-distributore-di-bombe-di-semi/

Io gli darei il nobel.
ah ah ah.

buona giornata,
Rob

2 commenti:

Eleana ha detto...

Ma che figata!
Bravi!

Ele ha detto...

Bellissima notizia!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...